LiquidNight

A Lab On Fire

LiquidNight - Parfum

Disponibilità: Disponibile

60 ml
€ 98,00
Brand Descrizione

A Lab On Fire è un brand a produzione limitata avvolta nel mistero e nel genio di collaborazioni stimolanti con i più brillanti talenti del mondo della profumeria. Ogni fragranza viene creata da un naso famoso con materie prime di alta qualità, capaci di evocare un senso di ingenuità e raffinatezza. Il design del packaging sottolinea la semplicità con un’estetica chic ed industriale al tempo stesso. Nessuno sa esattamente come A Lab On Fire operi, ed è un mistero come Carlos Kusubayashi, la mente creativa del brand, porti avanti la sua attività. Un cittadino del mondo dall’anima creativa, Carlos Kusubayashi è nato a San Paolo del Brasile ed è cresciuto in Giappone. Ha lavorato in una varietà di settori: in una fabbrica di automobili, è stato apprendista per un maestro Kyoji nel campo della calligrafia, ed ha contribuito a riportare l’arte asiatica sulla scena artistica parigina. Gli interessi di Kusubayashi e il suo girovagare alla fine lo hanno portato a Brooklyn, dove ha lavorato come assistente per lo scultore e creatore di fragranze giapponese Nobi Shioya fino al 2009. Dopo alcuni anni Carlos decide di sviluppare un profumo sulla base della sua visione, lanciando la sua prima essenza nel 2011. Dal 2015 la volontà di crescere a livello internazionale, ha portato A Lab on Fire da Intertrade Group, al quale ha affidato lo sviluppo del marchio su scala globale anche grazie alla sua amicizia con Celso Fadelli. Design essenziale e minimale, abbinato a un messaggio provocatorio per catturare l’essenza di A Lab On Fire e del suo creatore, che sottolinea la complessità del profumo al di là della personalità del creatore stesso.

Fragranze Descrizione
“I segreti di una serata intrigante sono magistralmente esplorati in liquidnight. Morbido con finitura dolce e legnosa, questa fragranza scava a fondo le profondità nascoste della notte, a cominciare dalle sue trepide anticipazioni pre-serata, alle scorribande fuori città per poi ritornare e fare l’alba. Tra sacro e profano, con un tocco di glamour”